martedì 22 marzo 2016

Bruxelles sotto assedio,attentati in aeroporto e metrò: almeno 34 morti, oltre 130 feriti, Isis rivendica/VIDEO








Tra i tanti feriti anche 3 italiani. Scalo evacuato, treni fermi, città blindata. Lo Stato Islamico minaccia altri attacchi in Europa
E' di almeno 34 morti e 130 feriti il bilancio di una serie di attentati avvenuti a Bruxelles, in Belgio, rivendicati dall'Isis. Una doppia esplosione si è verificata all'aeroporto Zaventem: si tratta di un attentato kamikaze. Un'altra esplosione è avvenuta nella stazione Maelbeek della metro. Nello scalo belga sono stati ritrovati un kalashnikov e un ordigno inesploso. Tra i feriti anche tre cittadini italiani.
Due forti esplosioni all’aeroporto principale di Bruxelles, almeno una causata da un kamikaze. Poco prima delle otto, nella tranquilla confusione della settimana che prelude alle vacanze pasquali, lo scalo di Zaventem di Bruxelles si è trasformato in un inferno. Poco dopo ci è sono state altre esplosioni in metropolitana tra le stazioni di Maelbeek e Schumann, vicino alle istituzioni europee. Il bilancio, ancora provvisorio, è drammatico: secondo le autorità ci sarebbero almeno 34 morti (14 all’aeroporto e 20 al metrò) e 130 feriti.Alcuni testimoni hanno raccontato che prima delle detonazioni all’aeroporto ci sarebbero state «raffiche di mitra e urla in arabo». Il primo ministro belga Charles Michel ha detto che si tratta di attentati terroristici: almeno una delle due esplosioni all’aeroporto è stata causata da un kamikaze. L’Isis ha rivendicato l’azione, secondo quanto riporta l’agenzia russa Tass, e «promette altre operazioni in Europa».


Un video pubblicato sul sito del quotidiano belga DH mostra le immagini di decine di persone che fuggono dall’aeroporto di Bruxelles e degli ingenti danni provocati dalle esplosioni. Sullo sfondo si vede il fumo uscire dall’edificio dell’aeroporto.

Nessun commento:

Posta un commento