mercoledì 30 settembre 2015

Facebook diventa a pagamento: ecco la bufala che circola sul web






"Facebook diventa a pagamento". Per l'ennesima volta torna a circolare sul web la bufala per eccellenza che vuole il social network di Zuckerberg a pagamento. Secondo quanto si legge nel post che circola sulle bacheche dei creduloni, per iscriversi bisognerà pagare ben 5.99 euro.

Nel messaggio pubblicato dagli utenti si legge: "Ora è ufficiale! E' apparso nei media. Facebook ha appena pubblicato il suo prezzo di entrata: 5,99 € per mantenere l'abbonamento gold del vostro status di vita "privata". Se si incolla questo messaggio sulla tua pagina, sarà offerto gratuitamente (ho detto incolla non condividere) altrimenti domani, tutte le vostre pubblicazioni possono diventare pubbliche. Anche i messaggi che sono stati eliminati o le foto non autorizzate. Dopo tutto, non costa nulla per un semplice copia incolla".



Moltissimi utenti preoccupati sono immediatamente corsi ai ripari pubblicando il messaggio sulle proprie bacheche. La stessa notizia (falsa) era già stata diffusa nel 2013.

Puglia, legano un disabile all'albero col nastro adesivo e postano la foto su Facebook







Da mesi la gara era a fargli fare cose strane e pubblicarle su Facebook, in cambio di qualche spicciolo o di una bottiglia di birra. Capelli tinti di verde, guantoni da box alle mani per simulare un combattimento, imitazioni di cartoni animati. Stavolta, però, lo scatto condiviso ha fatto il giro del web e ha suscitato l'indignazione generale. La scena è raccapricciante: un uomo è legato a un tronco con lo scotch. Lo sguardo assente, gli occhi smarriti. E quel nastro adesivo da imballaggio che lo tiene attaccato a un albero.

L'immagine arriva da una cittadina del Nord Barese: rilanciata da un blog ha scatenato la reazione degli utenti e ha attivato l'intervento delle forze di polizia, che ora indagano per risalire agli autori del gesto. La vittima è un cinquantenne della zona alcolista e con gravi problemi psichici. Una vita normale fino a qualche anno fa e una famigliaper bene, assicurano tutti in paese. Poi la schiavitù dell'alcol, il lavoro perso, la separazione dalla moglie e l'impossibilità di vedere i figli. Una vita per strada, dunque, fra disagio mentale e la schiavitù dell'alcol.

"E' seguito da Servizi sociali e Asl - conferma il sindaco della città - Abbiamo provato a metterlo in qualche struttura, ma lui si oppone". Nella foto l'uomo è letteralmente attaccato a un albero con lo scotch. "Pur violando la privacy di una persona indifesa, non si può tacere dinanzi a questo scempio - scrive uno dei primi cittadini che hanno denunciato l'episodio - Uno scherzo sicuramente per qualche troglodita represso o un diversivo per qualche ragazzino annoiato: è una vergogna l'indifferenza dei tanti passanti. Purtroppo questa è violenza pura contro una persona debole che è diventata un fenomeno da baraccone per tante iene perverse".

L'episodio è avvenuto qualche settimana fa a due passi dal centro. I concittadini raccontano che da mesi la vittima è finita nel mirino di giovani (e non solo), al centro di angherie puntualmente postate sui social network. "In tante circostanze è stato insultato o circondato - racconta il sindaco - Lui stesso si avvicina ai ragazzi, che poi approfittano delle sue condizioni: è evidentemente una persona non in grado di intendere e di volere, quindi questi comportamenti vanno stigmatizzati". E ancora: "Una bravata idiota di qualche balordo, un comportamento da censurare".

La polizia sta acquisendo le immagini della videosorveglianza per risalire agli autori e ricostruire la dinamica. Da accertare le responsabilità di chi ha diffuso le immagini sui social network. Indignati anche i promotori di un comitato di quartiere. "Non sappiamo se si sia trattato di uno scherzo, di un maledetto scherzo di pessimo gusto che potrebbe essere molto pericoloso se causasse stupida emulazione - scrivono in una nota - ma in ogni caso è opportuno che giunga un messaggio di scuse, anche attraverso i social network, per restituire dignità a un uomo che ci piace definire e chiamare fratello: un fratello dal volto gentile e umile che non ha mai fatto del male a nessuno".


Fonte: repubblica

lunedì 28 settembre 2015

Neonata vestita di bianco e con una mini mitra papale, Bergoglio la vede è scoppia a ridere/VIDEO






La piccola vestita di bianco e con una mini mitra papale ha subito attirato l’attenzione di Papa Francesco ieri durante la sua visita a Filadelfia negli Stati Uniti. Il pontefice a bordo della papamobile ha visto da lontano la bambina ed è scoppiato a ridere. Successivamente si è fermato e ha dato la benedizione alla bimba e alla sua famiglia.

video

Invita gli amici per la vendemmia, prende una multa da 19.500 euro per lavoro nero."Siamo davvero alla frutta"






Doveva essere una festa, si è trasformato in un blitz dell’ispettorato. Il sindaco di Castellinaldo d’alba: «Assurdo, in campagna ci si aiuta da sempre»
È finita con una multa di quasi 20 mila euro quella che doveva essere una festa tra le vigne di Castellinaldo d’Alba, in provincia di Cuneo. Come faceva spesso, Battista Battaglino, 63 anni, pensionato, mercoledì ha invitato alcuni amici nella sua casa, in località Granera, nel cuore del Roero. È una bella giornata, i filari del suo piccolo podere, un ettaro di terreno in collina, sono carichi di grappoli, barbera e un po’ di nebbiolo. Così i quattro decidono di aiutare Battista a vendemmiare. Uve che il pensionato utilizza per produrre il vino per sé, quello che consuma in casa e con qualche amico. Il tutto si dovrebbe concludere con una cena in allegria.

Fonte: la stampa

giovedì 24 settembre 2015

Facebook non funziona: non e' colpa del pc .LEGGI







Da alcuni minuti Facebook ha smesso di funzionare. Molti utenti che hanno provato a entrare nel social network più grande del mondo si sono trovati davanti una schermata di errore con un messaggio che lascia poco spazio all’immaginazione: «Siamo spiacenti qualcosa è andato storto».




Sul sito Downdetector sono state registrate più di 1000 segnalazioni nel giro di pochi minuti. Nella maggior parte dei casi si tratta di blackout totali del sito o di problemi in fase di log-in. La maggior parte delle segnalazioni arriva dal nord Europa e dalla east coast degli Stati Uniti.



L’Italia per ora non sembra essere tra i Paesi maggiormente colpiti da questo #FacebookDown, ma il social network si limita funzionare a singhiozzo, con grossi problemi di caricamento della timeline. Non sembrano esserci problemi per quanto riguarda la versione mobile.



Aggiornamento delle 19.10

I problemi di connessione a Facebook in Italia stanno rientrando. Il social network è di nuovo accessibile e quasi del tutto operativo.

Fonte: la stampa

martedì 15 settembre 2015

FB, in arrivo il pulsante "non mi piace"









A breve gli utenti Facebook potranno usufruire del pulsante "non mi piace" in contrapposizione al "mi piace" cui sono stati abituati fino ad ora. Lo ha annunciato lo stesso Mark Zuckerberg, fondatore e Ceo del social network, durante l’ultima sessione di Q&A nel quartier generale di Menlo Park. A quanto pare, tuttavia, la funzione aggiuntiva non è stata pensata per consentire agli utenti di esprimere giudizi negativi, quanto piuttosto per esprimere vicinanza a notizie e post - come incidenti, tragedie o disavventure - per i quali i classico "like" risulta inappropriato

martedì 8 settembre 2015

Bimba resta ferita in un incidente: tenerissimo il gesto di un vigile del fuoco.








Un Suv esce di strada nel Mississipi e il vigile del fuoco Casey Lessard interviene per soccorrere i feriti, tra cui una bimba. Il pompiere si sdraia a terra e le mostra un cartone animato sul suo cellulare per tranquillizzarla. Una scena bellissima che ha fatto il giro del mondo.

Fonte: youmedia

lunedì 7 settembre 2015

Ragazzo, viene scortato dai bikers per il suo primo giorno di scuola./VIDEO







Sean si stava preparando per il suo primo giorno di scuola. Sean ha la sindrome di Down, i propri cari di erano preoccupati per lui perchè oppresso dai suoi nuovi compagni di classe. Così, hanno aperto una pagina Facebook per trovare un sostegno supplementare. Nessuno si aspettava mai che si presentassero tutti questi rinforzi.

Motoclub locali noti per il loro supporto delle truppe americane e veterani hanno sentito parlare del post di Facebook. In soli due giorni, sono riusciti a organizzare una scorta molto speciale per  il primo giorno di scuola di Sean. Quella mattina, decine di motociclisti arrivati ​​di fronte alla sua casa per dimostrare che Sean aveva la spalla coperta dai bulli.

Anche se questi uomini e donne sono di buon cuore e pacifici, è naturale che le loro giacche di pelle, tatuaggi e muscoli fanno instillare un po' di intimidazione in aspiranti bulli. I motociclisti hanno voluto mandare un messaggio agli studenti a pensare due volte prima di fare scherzi con il loro nuovo amico Sean. Gli hanno anche dato il proprio casco personalizzato.

I genitori di Sean sono rimasti stupefatti dalle gesto dei motociclisti. In quanto a Sean, non avrebbe potuto essere più eccitato per il suo primo giorno di liceo :)

Si prega di CONDIVIDERE questa storia impressionante con i tuoi amici su Facebook, perché non si dovrebbe mai giudicare un libro dalla sua copertina.


Guarda il video 

domenica 6 settembre 2015

Brasile: clochard salva una donna presa in ostaggio ma resta ucciso./VIDEO







Un uomo armato ha preso in ostaggio una donna all'interno della cattedrale do Sé, nel centro storico di San Paolo. Colpita alla testa col calcio della pistola, la vittima dell'aggressione è rimasta inerme a terra. Quando la situazione sembrava ormai disperata, è intervenuto un senzatetto, Erasmo Francisco Rodrigues de Lima, 61 anni: ha cercato di disarmare il malvivente, ma durante la collutazione è rimasto ferito a bruciapelo.

Il senzatetto, nonostante la ferita, è riuscito a distrarre il rapitore e a liberare la donna. L'assalitore, che aveva precedenti penali, è stato ucciso dalla polizia. Il clochard, eroe inatteso, non ce l'ha fatta: portato in ospedale, è morto in seguito alla ferita riportata.





Fonte:tgcom

sabato 5 settembre 2015

Morto Chandra Bahadur Dangi, L'uomo piu' piccolo del mondo: Era "alto" solo 54.6 centimetri.






E' morto a 75 anni l'uomo più piccolo del mondo. Il nepalese Chandra Bahadur Dangiera entrato nel Guinness dei primati per la sua "altezza" impressionate: solo 54,6 centimetri.

A renderlo noto proprio Guinness World Records. Lo scorso novembre il libro Guinness dei primati aveva organizzato un incontro a Westminster tra Chandra Bahadur Dangi e l’uomo più alto del mondo, il turco Sultan Kösen, che misura 2,51 metri.



venerdì 4 settembre 2015

Mr. Bean compie 25 anni... e li festeggia posando davanti a Buckingham Palace







Era il primo gennaio del 1990 quando sugli schermi inglesi è apparso per la prima volta "Mr. Bean". Da allora è stato un quarto di secolo di risate che, nonostante la serie sia finita nel 1995, tra film cinematografici e repliche pressoché ininterrotte, proseguono ancora oggi. E Rowan Atkinson ha voluto festeggiare i 25 anni del suo personaggiopresentandosi davanti a Buckingham Palace.


Solo 15 episodi nell'arco di un quinquennio, ma sufficienti a entrare nella storia della televisione. Il personaggio di Mr. Bean è nato dalla mente di Atkinson, che se per la sceneggiatura della serie è stato affiancato da Richard Curtis, ha forgiato lo stralunato adulto rimasto bambino durante le sue giornate all'università di Oxford.

A Buckingham l'attore è arrivato sul tettuccio della sua Mini gialla. Dopodiché si è messo in posa davanti a numerosi pacchi regalo con l'immancabile orsetto di pezza e una torta per i 25 anni. Un'apparizione che però non prelude a nessun ritorno. Se infatti non cambierà idea, Rowan Atkinson ha dichirato in passato che il film "Mr. Bean 's Holiday" del 2007 è stata l'ultima apparizione di Mr. Bean.


















Fonte: tgcom




mercoledì 2 settembre 2015

Se hai avuto una giornata difficile, Guarda questo video incredibile! Il mio stomaco fa male dal ridere.







Questo ha ottenuto di essere uno degli spot più originali, divertenti e simpatici che abbia mai visto. Oltre 75 milioni di persone hanno già guardato, quindi non sono io sola ad amarlo.

Proprio l'idea di esso è così divertente e ottimista che in realtà mi ha fatto sorridere!

Condividi con i tuoi cari se ha fatto sorridere troppo!