sabato 16 maggio 2015

Terni, Una 12enne è stata aggredita da un compagno di classe perché "aveva una collanina con un crocifisso".






Una 12enne è stata aggredita da un compagno di classe perché "aveva una collanina con un crocifisso". L'episodio è accaduto all'uscita da una scuola media di Terni. Dopo il colpo inferto alle spalle, il ragazzino, di origine africana, è stato bloccato dalla madre della studentessa. La 12enne, che è stata visitata al pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria, ha riportato una contusione toracica giudicata guaribile in 20 giorni.
Nei confronti del coetaneo, un giovane senegalese, non sono stati presi provvedimenti da parte dei militari in quanto non imputabile. La dodicenne sarebbe stata colpita dal ragazzo alle spalle da un colpo violento. E' stata la madre della studentessa a bloccare il giovane, che ha poi riferito ai militari di avere compiuto il gesto a causa del crocifisso.

Il padre del ragazzino: "Lo prendono in giro" - Sono solo 15 giorni che il giovane colpevole dell'aggresione alla sua coetanea frequentava le scuole medie in Italia. Introdotto a scuola lunedì 27 aprile, non aprla ancora l'italiano, e il padre sostiene che "già in diverse occasioni è stato preso in giro" proprio per la sua incapacità di dialogare con i compagni di classe.

La preside: "La religione non c'entra" - Può davvero essere stato il crocifisso appeso alla collanina della bambina ad aver fatto scattare un raptus aggressivo al 12enne musulmano? La preside della scuola lo esclude: "No, la religione non c'entra, ne sono convinta - ha dichiarato a la Repubblica -. I due bambini non andavano d'accordo, avevamo anche già convocato i genitori di entrambi perché c'era stato un altro episodio la settimana precedente durante la gita scolastica".

Nessun commento:

Posta un commento