mercoledì 18 febbraio 2015

Moda shock: dieta di fazzoletti e batuffoli di cotone









Se ne parla da molto tempo ormai, ma la polemica è riesplosa anche di recente durante laBrazilian Fashion Weekdove hanno sfilato modelle di una magrezza limite.
Taglie al di sotto perfino della 36, niente seno né tono muscolare. Scheletriche. Il mondo della moda chiede sempre di più alle sue indossatrici le quali si piegano a una illogica logica di business mettendo a rischio la propria salute e anche la propria vita. Le leggende metropolitane sulle diete delle modelle sono tantissime e a volte talmente assurde che non ci si crede, ma se a denunciarle è un nome che nel settore ci è stato per un quarto di secolo allora forse qualcosa di vero c’è. Kristie Clemens ex direttrice di Vogue Australia, infatti è stata licenziata dopo 25 anni di onorata carriera per aver denunciato i più torbidi segreti del mondo della moda nel libro “The Vogue Factor”. Si tratta di un libro shock dove la giornalista rivela tutti i retroscena dello scintillante mondo delle passerelle nel quale le modelle si sottoponevano alla riduzione del seno pur di rientrare nelle misure richieste ai casting, oppure altre che stavano in piedi grazie a una dieta fatta di batuffoli di cotone efazzoletti di carta ingurgitati per frenare i morsi della fame.
Tra le altre storie la giornalista racconta di servizi fotografici durati anche tre giorni durante i quali le top model non avrebbero mai toccato cibo e che, alla fine del terzo giorno, non riuscivano più a stare in piedi. Ma laddove la dieta non era sufficiente allora si ricorreva al digiuno ferreo pur di perdere un paio di taglie in fretta e in vista di qualche evento importante. Molte di queste ragazze poi, racconta la Clemens finivano in ospedale gravemente disidratate.










Nessun commento:

Posta un commento